Criptovaluta: bolla in arrivo? Il gigante svizzero Ubs mette in guardia i suoi clienti

Criptovaluta: bolla in arrivo? Il gigante svizzero Ubs mette in guardia i suoi clienti.

Infatti, con le regolamentazioni c’è il rischio che scoppi una nuova bolla sul mercato delle criptovalute. Questo è ciò che potrebbe succedere nei prossimi mesi alle monete digitali.

In molti si sono chiesti, Criptovaluta: bolla in arrivo?

In un recentissimo studio, Ubs, la Banca più grande e più importante Svizzera, ha sottolineato come le autorità della Cina stiano adottando il pugno duro nel contrastare qualsiasi servizio in criptovaluta.

Ubs è considerata una delle maggiori banche nella gestione di patrimoni privati con oltre CHF 3.607 miliardi di attivi investiti (secondo i dati del 2019). Inoltre, in Svizzera UBS è leader nei servizi bancari per le imprese (corporate banking) e nel personal banking.

Motivo per cui Ubs invita i suoi clienti a “star alla larga dalle monete digitali e costruire i portafogli su asset meno rischiosi”.

“I regolatori hanno dimostrato di poter e volere reprimere le criptovalute. Pertanto, suggeriamo agli investitori di rimanere chiari e di costruire il proprio portafoglio attorno ad attività meno rischiose. Abbiamo avvertito a lungo che il cambiamento del sentimento degli investitori o le repressioni normative potrebbero far scoppiare mercati crittografici simili a bolle”

Ubs, se nei report precedenti aveva suggerito opportunità di investimento in criptovalute ai propri clienti, adesso fa retromarcia. Questo sulla base del comportamento assunto dai cinesi e anche per via delle stoccate da parte della Bce e Fed contro le degenerazioni del mercato criptovalutario.

“Anche se non possiamo escludere futuri guadagni di prezzo nelle criptovalute, lo vediamo come un mercato speculativo che pone rischi significativi agli investitori professionali”

Ubs è quindi intimorita da un possibile giro di vite su Bitcoin e affini. Ragione che potrebbe far scoppiare una nuova bolla.

0 Shares:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.