Instagram, profilo privato per gli under 18. Ci sarà una privacy più stringente per impedire che i giovani vengano contattati da persone adulte che non conoscono.

PROTEZIONE MAGGIORE

Niente più scatti pubblici che rischiano di attrarre malintenzionati, pedofili e cyber-criminali. Instagram ha deciso di rafforzare la sua politica di privacy in favore dei minorenni. Il social di Mark Zuckerberg renderà in maniera automatica “privati” i nuovi account creati da chi ha meno di 18 anni. Per vedere i post o le stories, sarà necessario attendere l’approvazione dei diretti interessati. Senza il consenso degli under 18 non sarà dunque possibile vedere le foto e i video dei teenager.

PROFILO PRIVATO

Così facendo, sia il profilo sia le foto postate, anche con hashtag, rimarranno private. Se mettiamo “mi piace” a un post pubblico, il nome utente sarà visibile nell’elenco, ma solo gli utenti approvati potranno aprirlo.

SCELTA OPZIONALE

La misura pensata dal quartier generale di Menlo Park non rappresenta un obbligo per i nuovi utenti. Dopo l’iscrizione, sarà possibile in qualsiasi momento disattivare il profilo privato per tornare alla modalità pubblica.

Per i minori già presenti sulla piattaforma, il social mostrerà un avviso che evidenzia i vantaggi di avere un profilo privato. Inoltre, andrà a spiegare i passaggi necessari per accedere alle impostazioni sulla privacy del proprio account. 

Lo scopo di questa modifica, come spiegato da Instagram stesso, è impedire che i giovani vengano contattati da persone adulte che non conoscono o da cui non vogliono essere importunati.

GLOBAL TRENDS

“Anche se molte piattaforme prevedono un’età minima di 13 anni per iscriversi, a quell’età non si ha una completa alfabetizzazione mediatica”, ha dichiarato il vice president di Global Trends David Kleeman.

L’account privato come impostazione predefinita per i minori di 18 anni incoraggia i giovani a sviluppare prudenza in quanto cittadini digitali.

ARTICOLI CORRELATI:

Iphone 13 pro: novità nei colori
0 Shares: