Instagram, come funziona l’algoritmo? Vogliamo fare un buon lavoro spiegando come funzioni Instagram. E’ difficile aver fiducia in ciò che non si comprende.

Oggi, stiamo condividendo la prima di una lunga serie di post che lanceranno i riflettori su come funziona la tecnologia alla base di Instagram. E come essa impatti l’esperienza che le persone hanno interagendo con l’app. Il primo post prova a rispondere alla questione “Come fa Instagram a decidere cosa mostrarci per primo?”. La risposta è semplice. Lo fa grazie all’algoritmo.

Instagram, come funziona l'algoritmo?

L’ALGORITMO

Uno dei punti meno conosciuti e che noi vorremmo chiarire è spiegare cosa sia l’algoritmo.
Instagram non ha solo un algoritmo che monitora cosa fa la gente e cosa non guarda nelle app. Il social utilizza, infatti, diversi algoritmi che classificano e “processano” cose diverse, ognuno con un suo scopo ben definito. Ritiene che usare la tecnologia per personalizzare la propria experience sia il modo migliore per farlo.

EVOLUZIONE CONTINUA

Quando nel 2010, Instagram ha fatto ingresso tra i social media, era un insieme di foto disposte secondo un ordine cronologico. Con l’arrivo di sempre più utenti e maggiori condivisioni, diventa impossibile per gli user vedere tutto. Facendo sì che seguissero solo i post e le pagine di loro interesse.

UNA RIVOLUZIONE

Dal 2016, arriva una rivoluzione. Infatti, la gente stava tralasciando oltre il 70% dei post nei Feed e la metà dei post dei propri contatti e follower.
Così hanno introdotto un Feed che classifica i post sulla base di ciò che interessa all’utente.
Ogni parte dell’app – Feed, Explore, Reels – usa un proprio algoritmo “tagliato su misura” su come la gente usi il social.
Le persone guardano le Stories della propria cerchia più ristretta. Ma vogliono anche scoprire cose nuove in Explore. E l’algoritmo bilancia proprio questi due elementi, dopo avere acquisito i dati.

ARTICOLI CORRELATI:

Il propulsore che renderà più veloci i viaggi spaziali
0 Shares: