Smartphone per minare criptovalute. Costa 12 mila euro ed è il primo blockchain phone. Un pezzo da collezione per gli appassionati di criptovalute. Arriva da Sirin Labs il primo blockchain smartphone, Solarin, creato appositamente per tutti coloro che lavorano o investono sugli asset in criptovaluta.

Smartphone per minare criptovalute

COSTO

Il costo è di circa 12.000 euro. Questo cellulare è stato creato per chi investe in criptovaluta e per mantenere altissimo la sua privacy. Si tratta di un vero pezzo da collezione.

NOME

Sirin Solarin, questo è il nome completo del primo smartphone destinato a chi opera nel mondo delle criptovalute. Costruito in origine per essere venduto alla famiglia Assange e, per stessa ammissione dell’azienda produttrice, “l’unico device al mondo rivolto ad un mercato di nicchia che impedisce qualsiasi attacco hacker alla sicurezza dei dati e della privacy “.

TANTI COMPENENTI

Sono oltre 12.000 le componenti che costituiscono questo smartphone. È realmente impermeabile a qualsiasi attacco hacker, intercettazione o violazione della privacy. Il primo modello è stato creato nel 2017. Ancora oggi è ritenuto il miglior telefono per chi ama il mondo della blockchain, tanto da essere disposto a spendere 12.356 euro.
A livello di software, il telefono funziona con sistema operativo Android. A livello di hardware ha una funzione decisamente singolare. Tramite un interruttore sul retro di Solarin, il telefono passa a modalità di comunicazione schermate, lasciando passare soltanto chiamate e SMS criptati.


DISPOSITIVI INTELLIGENTI

L’attuale generazione di dispositivi intelligenti compromette la sicurezza dell’utente. L’economia digitale del futuro non potrà tollerare questo compromesso. L’architettura dei dispositivi richiede un cambiamento radicale che consenta un alto livello di sicurezza, mantenendo al contempo un’esperienza utente eccellente. Secondo i vertici dell’azienda costruttrice di Solarin, questi dispositivi sono i primi smartphone progettati per resistere a consistenti attacchi informatici. Godono della funzionalità del sistema operativo Android, oltre ad una suite di servizi di sicurezza informatica.

ARTICOLI CORRELATI:

Sfida spaziale: Jeff Bezos provoca Elon Musk
0 Shares: