Droga e droni: il crimine si fa così. Droga che viaggia sui droni. Un velivolo enorme sequestrato in Spagna ne trasportava 150 kg dal Marocco.

DRONI CORRIERI DELLA DROGA

Aveva un’apertura alare di quattro metri e mezzo. Poteva stipare fino a 150 chilogrammi di droga. Questo il drone più grande mai sequestrato dalla polizia spagnola. Quattro gli arresti, 85 chili di droga sequestrati.

SPECIFICHE TECNICHE

Le specifiche tecniche del drone sono di altissimo livello. Ha l’apertura alare che raggiunge i 4,5 metri. Inoltre ha la possibilità di trasportare un carico di 150 chilogrammi. Può volare senza sosta per più di sette ore. Meglio addirittura di un jet privato.
Cinque i motori del drone.

ALTITUDINI DA NON POCO

Grazie a queste caratteristiche, il velivolo poteva viaggiare ad altitudini elevate. Cioè fino ad un’altezza di 7.000 piedi, circa 2.000 metri. Va detto che solitamente veniva mantenuto ad altezze inferiori. Cercava infatti di evitare il rilevamento dei radar.

RETATA SPAGNOLA

La polizia spagnola ha smantellato un’organizzazione criminale dedita al traffico di stupefacenti. Loro utilizzavano un enorme drone per trasportare la droga dal Marocco all’Andalusia. L’operazione è denominata Operation Piñas. Essa ha portato all’arresto di tre cittadini francesi ed uno spagnolo. Tra le varie cose anche il sequestro di più di 85 chili di droga. Tutta marijuana e hashish.

QUARTIER GENERALE IN SPAGNA

La base dell’organizzazione criminale era nel piccolo paesino di Almachar. Si tratta di un minuscolo comune spagnolo di 2.000 abitanti situato nella comunità autonoma dell’Andalusia. Da qui il drone faceva la spola con il Marocco.

LE PAROLE DELLA POLIZIA

La polizia non ha mai visto prima un drone così grande usato in questa maniera. C’erano già stati dei precedenti di uso di droni per il trasporto della droga. Mai però con velivoli di queste dimensioni.

ARTICOLI CORRELATI:

WhatsApp: sempre novità in arrivo

0 Shares: