Whatsapp e le app di messaggistica, sono sempre più nel mirino dei truffatori.
Gli attacchi informatici si rivolgono soprattutto alle app di messaggistica, diventate nel 2020 lo strumento di comunicazione più utilizzato. Il primato degli attacchi va al Brasile.
I link dannosi, infatti, viaggiano soprattutto sulle app di messaggistica, in particolare WhatsApp. Sono questi i canali più utilizzati dai truffatori che sfruttano tecniche di phishing. Tra dicembre e maggio i loro malware hanno sfruttato nell’86,9% dei casi a WhatsApp, nel 5,6% a Telegram e nel 4,7% a Viber. A livello globale, sono stati registrati 480 casi di phishing al giorno, secondo una ricerca condotta dalla società di sicurezza informatica Kaspersky.

Whatsapp e le app di messaggistica

PHISHING

Attraverso il phishing, il truffatore cerca di ingannare la vittima convincendola a procurargli informazioni personali, dati finanziari o codici di accesso su un sito inviato insieme al messaggio. Spesso questi portali fasulli riproducono fedelmente quelli di soggetti reali, che possono essere istituti postali, bancari oppure enti o organizzazioni di vario genere.

EUROPEI INGENUI

Ecco i dati più recenti diffusi dalla Commissione europea, per scoprire quali europei hanno riscontrato le difficoltà maggiori nel segnalare un comportamento illegale online. L’Italia, secondo la ricerca, si piazza al settimo posto: il 77% degli italiani non ha idea di come segnalare un crimine informatico o un comportamento illegale online.

L’86% dei cittadini spagnoli e danesi sono invece i più sprovveduti e non sanno cosa fare in caso di attacchi da parte di hacker. Segue la Romania, con l’84% dei cittadini ignari sulle azioni legali da intraprendere per arginare il fenomeno. In totale, il 77% degli europei non sa come segnalare un crimine informatico.

In questa speciale classifica, il terzo posto è ricoperto dalla Francia, con l’82% dei cittadini che ha confermato di non sapere cosa fare in caso di crimini informatici. Neanche l’80% dei lituani, polacchi e portoghesi sa come denunciare attacchi di cybercrime. I maltesi, infine, sono quelli più preparati.

ARTICOLI CORRELATI:

Whastapp Photo nuova funzione in arrivo
0 Shares: